EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Regalati un corpo più tonico con il Massaggio Maori®

Regalati un corpo più tonico con il Massaggio Maori®
19 novembre 2014 Diabasi
Massaggio Maori®

Articolo pubblicato sulla rivista STARBENE

Viene proposto nelle Spa ma è un’antica tecnica guerriera per rilassare i muscoli e ossigenare la pelle.

Se pensi ad un massaggio che arriva dall’Oceania immagini fiori di Tiarè e fanciulle delicate. Ma quello che ti proponiamo questa volta è diverso: deriva dalle pratiche dei guerrieri maori ed è una tecnica intensa che va in profondità. Con effetti importanti e duraturi sul corpo e sulla pelle del viso ( ma anche sull’umore! ).

INTENSO E PROFONDO

Duilio La Tegola, direttore della Scuola Nazionale di Massaggio Diabasi®, ha elaborato un metodo basato su questa antica tecnica. << Il Massaggio Maori® nasce come un massaggio sportivo, decontratturante, caratterizzato da allungamenti delle fasce muscolari indotti da speciali attrezzi di legno di faggio derivati da quelli dei guerrieri polinesiani>>, spiega.

<< Questi permettono di lavorare più in profondità nei muscoli e con un’intensità che le sole mani non riuscirebbero, invece, ad ottenere>>. Anche se non sei una sportiva, però, questa tecnica ti può essere molto utile. << Migliora l’aspetto generale regalando una postura più flessuosa ed elegante e inoltre stimola la circolazione sanguigna e linfatica e il metabolismo>>, continua La Tegola.

<< Per questo ti aiuta a ritrovare la linea e a ossigenare tutto l’organismo, con grandi benefici sulla pelle che appare più tonica e luminosa>>. Se l’idea di un massaggio “profondo” ti spaventa, tranquillizzati: grazie alla speciale forma degli attrezzi, le manovre sono piacevoli e infondono un senso di relax.

 DRENA LE TOSSINE
con le manovre dei Guerrieri

Un Trattamento Total Body

Il Massaggio Maori® è originale anche per l’uso degli attrezzi che sono prima passati sul fuoco, in un rituale che ha la duplice finalità sia di riscaldarli sia di purificarli. Ecco come si svolge. Dopo aver distribuito olio di mandorle dolci o di sesamo su gambe e zona lombosacrale, per una decina di minuti l’operatore esegue scivolamenti e pressioni sul grande gluteo e sui muscoli posteriori delle cosce. Usa un “bastone” dalla punta arrotondata, il patu, che deriva dall’arma usata dai guerrieri neozelandesi. <<Si esegue idealmente l’andamento dei tatuaggi maori, stimolando i trigger points, dove convergono le tensioni muscolari>>, spiega La Tegola. Il lavoro procede per smobilizzare il tessuto connettivo con movimenti più lenti, ma decisi. Infine si passa a manovre che rilassano e tonificano: prima la schiena, poi la parte anteriore del corpo. Si passa quindi ai piedi, ancora alle cosce, procedendo con addome, braccia, mani. Infine il viso, stimolato con una versione ridotta del patu. 

Modella le forme, sblocca le tensioni00305d37

Oltre a modellare il corpo, specie le zone più critiche per la silhouette femminile ( fianchi, glutei, cosce ), il Massaggio Maori® favorisce la tonificazione e il drenaggio di tutti i tessuti e l’eliminazione delle tossine. Migliorando il metabolismo, è utile anche per la culotte de cheval.

Grazie all’effetto decontratturante profondo aiuta inoltre a sciogliere le emozioni negative che, trasferendosi sui muscoli, provocano blocchi energetici e problemi di postura: così l’aspetto generale è più armonioso. Senza dimenticare che ha un’effetto ansiolitico e ricaricante, perchè favorisce il rilascio di endorfine e riduce i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, che come forse già sai incide negativamente anche sulla tonicità e luminosità della pelle.

…E IN PIU’ HA UN EFFETTO LIFTING SUL CORPO!

Claudia Bertolaso, giornalista di STARBENE, ha provato il massaggio.
<<Finalmente mi sono decisa: ho iniziato a correre. Tutto ok, tranne che per i dolori da acido lattico, che però si sono rivelati…. una fortuna, perchè proprio così ho scoperto il Massaggio Maori®, eccezionale per il corpo indolenzito, ma che ha anche un effetto lifting sul viso. Come mi ha spiegato l’Operatore, tutti i movimenti, eseguiti con gli speciali attrezzi di legno, seguono l’andamento dei tipici tatuaggi rituali maori del viso. Così, impugnato il piccolo patu, a forma conica, inizia a massaggiare la fronte, disegnando delle linee rette, per poi scendere verso le guance e la zona mandibolare e quindi su collo e decolletè. Sui muscoli tra guance e orecchie disegna, invece, degli 8 per favorire il drenaggio delle tossine. Infatti dopo il massaggio l’effetto lifting, sebbene leggero, c’è. La pelle del viso è più morbida, fresca e io mi sento rigenerata, rilassata e allo stesso tempo carica di energia.

Info Pratiche

Contatti Scuola Massaggio Diabasi®

Tel: 327.7722191 – info@diabasi.it